lunedì 21 febbraio 2011

Carl Warner e i paesaggi da gustare

Chi è Carl Warner?
E' un fotografo sui generis, divenuto celebre per le sue rappresentazioni di paesaggi composti con frutta, verdura, carne, cioccolato e pane.
Può vantare una carriera di 25 anni di fotografia di natura morta e pubblicità, ha anche pubblicato un libro, Carl Warner's Food Landscapes.

"The Junk" by Carl Warner - courtesy of Photoshop.com

Le sue immagini partoriscono come schizzi su un semplice blocco note, poi si passa alla fase di costruzione del set con l'aiuto di modellisti, stilisti, e ritoccatori, dunque la parte prettamente fotografica e infine la corposa post produzione in PhotoShop.


Nella "giunca cinese" qui sopra, gli elementi in primo piano sono composti da varie radici commestibili affettate, usate nella medicina e cucina cinese, con gli alberi della barca fatti da stecche di cannella e le vele con foglie di loto. Questi modelli sono stati costruiti prima delle riprese da un creatore di modelli 3D che ha usato vari livelli di una giunca per costruire la versione commestibile.
Lo stesso Warner descrive così una fase del processo: "Volevo catturare la sensazione di quella luce solare bassa e dorata che irrompe dopo che la tempesta è passata, così ho usato una sorgente di luce calda al tungsteno. Per il cielo ho usato le foglie di kai choi per rendere il vortice, un po inquietante e misterioso, cercando di riprodurre le formazioni di nubi. Le foglie sono state girate separatamente per formare il secondo elemento della composizione e infine assemblate in Photoshop."

by Carl Warner - courtesy of Photoshop.com

Indubbiamente una grande creatività e capacità di visione del progetto e di sicuro una notevole pazienza nella composizione e costruzioni dei set.
Ma questa è davvero fotografia?
Perché a questo punto è lecito chiederselo, per quanto possa valere. Il limite che separa la fotografia da pittura, grafica e composizione digitale si restringe sempre di più. E sembra quasi un nuovo "genere fotografico" quello che stiamo guardando.

by Carl Warner - courtesy of Photoshop.com

Per molti è anche interessante indagare tutto quello che sta dietro queste immagini, le varie fasi creative e l'immensa opera artigianale. Indubbio che sia divertente. Personalmente lo associo a quei vecchi passatempi, come fare i puzzle, in cui con uno spirito certosino e un po' maniacale si perdevano ore e giorni a ricostruire realtà frammentate.
Appunto, realtà frammentate, ricostruite.

by Carl Warner - courtesy of Photoshop.com

by Carl Warner - courtesy of Photoshop.com

Non nego che siano immagini estremamente piacevoli, ricche, cariche di particolari da scoprire e sopratutto identificare e associare a frutti, vegetali e quant'altro. La difficoltà del riconoscimento del frutto o della foglia di una particolare verdura rende più stimolante la "ricerca" e il gioco.
E' tutto estremamente bello e perfetto. Il lavoro sulle luci, le ombre, i colori è così perfetto che quasi infastidisce per la sua statica prepotenza.
Il treno che sfreccia in un paesaggio di cioccolato, una campagna toscana fatta di piselli, fagioli, foglie di menta, aglio, un peschereccio che veleggia in un mare in tempesta fatto di foglie di lattuga...
Penso che Carl Warner voglia stupire ma sopratutto stimolare la fantasia delle persone, a vedere un mondo fatto di altro, divertente e giocoso.

La domanda successiva è ancora più interessante, ma prevede una risposta ancor più incerta, ovvero, la strada che vuole percorrere la fotografia è necessariamente fatta di una così profonda contaminazione con la grafica? Tanto da renderne sempre più evanescenti le sue caratteristiche distintive?
Si ritorna dunque al discorso iniziale (intendo quello di ormai cento anni fa!), un'arte non compiuta ma che cerca altre forme di espressione per raccontarsi o riaffermarsi.
Una strada obbligata?
Verso la definitiva autodistruzione o semplicemente un altro sviluppo del mezzo fotografico digitale?

by Carl Warner - courtesy of Photoshop.com

Per approfondire, una bella intervista www.photoshop.com/spotlights/carl-warner
Tutte le immagini sono cortesia di photoshop.com.

2 commenti:

  1. Davvero originale e spiritoso questo artista non lo conoscevo!

    RispondiElimina
  2. Insomma, una via di mezzo fra Arcimboldo e Lori Nix che avevi presentato tempo fa. Un lavoro di contaminazione fra grafica, fotografia, agricoltura...

    RispondiElimina